BLOG

Approfondimenti giuridici di CC Legal
INTERESSE TRANSFRONTALIERO E INTERVENTO DELLA CGUE 1280 853 CC Legal

INTERESSE TRANSFRONTALIERO E INTERVENTO DELLA CGUE

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, sez. IX, con la sentenza del 14 febbraio 2019, C-710/17, ha stabilito l’irricevibilità di una domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Consiglio di Stato, poiché nel caso di specie si trattava di appalto sotto-soglia privo di alcun accertato e dimostrato interesse transfrontaliero.   Il caso di specie. Il caso sottoposto al giudizio della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, riguarda una controversa insorta tra un Comune e un operatore economico nell’ambito di un appalto pubblico per la realizzazione di una centrale alimentata a biomasse per teleriscaldamento urbano, nell’operatività del “vecchio” D.lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e della direttiva 2004/18/CE. Il Consorzio, aveva impugnato l’aggiudicazione avvenuta nei confronti di un raggruppamento che, utilizzando la disposizione contenuta nell’articolo 53, comma 3 del Codice dei contratti (vigente all’epoca dei fatti), si era avvalso di un progettista esterno. Quest’ultimo, privo dei requisiti specifici richiesti dalla legge di gara,…

maggiori informazioni
PRESCRIZIONE DA VERIFICARE PRIMA DELLA ROTTAMAZIONE 1332 825 CC Legal

PRESCRIZIONE DA VERIFICARE PRIMA DELLA ROTTAMAZIONE

CTP Milano, sentenza n. 1085/18/2019 e CTR Lombardia, sentenza n. 1183/11/2019,solo per citare le più recenti, confermano la prescrizione in cinque anni per il diritto alla riscossione delle sanzioni erariali.  Considerato che la Rottamazione, così come il Saldo e Stralcio, possono riguardare debiti anche molto vecchi (carichi affidati dal 2000), è opportuna prima dell’adesione una verifica circa l’eventuale compiuta prescrizione dei carichi iscritti a ruolo a titolo di sanzioni. CTP Milano, sentenza n. 1085/18/2019 e CTR Lombardia, sentenza n. 1183/11/2019, solo per citare le più recenti, confermano che si prescrive in cinque anni il diritto alla riscossione delle sanzioni erariali. Il termine  inizia a decorrere dalla data di notifica del provvedimento di irrogazione, che per gli omessi versamenti consiste nella cartella di pagamento, e resta quinquennale anche se  l’atto è divenuto definitivo per mancata impugnazione. Peraltro, una volta che la prescrizione è compiuta, questa può essere eccepita in qualsiasi momento, non necessariamente…

maggiori informazioni
GIUSTIZIA PENALE E DETENZIONE IN ITALIA E ALL’ESTERO 1104 841 CC Legal

GIUSTIZIA PENALE E DETENZIONE IN ITALIA E ALL’ESTERO

Il 26 marzo 2019, alle ore 19.00, presso DPL Mediazione, in via Ruggero di Lauria, 12/b, Milano, l’avv. Barbara Crivellaro e l’avv. Giorgia Franco presentano il volume “Prigionieri Dimenticati”, un confronto sui temi della giustizia penale e della detenzione tra l’Italia e l’estero attraverso l’esame di casi realmente accaduti. Sarà presente Katia Anedda, autrice dell’opera e coordinatrice della ONLUS “Prigionieri del Silenzio“.

maggiori informazioni
SALDO E STRALCIO E ROTTAMAZIONE CARTELLE SPIEGATE SU LIVE SOCIAL 1201 599 CC Legal

SALDO E STRALCIO E ROTTAMAZIONE CARTELLE SPIEGATE SU LIVE SOCIAL

“Saldo e Stralcio” e “Rottamazione delle Cartelle”: la differenza tra le due agevolazioni in vigore nel 2019 spiegata in modo chiaro e semplice nello studio di Live Social, in onda su Radio Lombardia, nell’intervento del 14 gennaio 2019. http://www.cclegal.eu/wp-content/uploads/2018/12/saldo-e-stralcio-rottamazione-cartelle.mp4   Di seguito invece il testo integrale dell’articolo pubblicato il 28 dicembre 2018, con l’indicazione di caratteristiche, procedure e termini della Rottamazione e del Saldo e Stralcio. * Oggetto. Possono essere stralciati i ruoli (“cartelle”) affidati all’agente della riscossione dall’ 1 gennaio 2000 e fino al 31 dicembre 2017: relativi ad IRPEF e addizionali, IRAP e IVA dichiarate e non versate, per qualunque ammontare; relativi a contributi previdenziali dovuti alle casse professionali e alle gestioni INPS separata e artigiani e commercianti. Sono esclusi dal Saldo e Stralcio: i tributi locali (IMU, Tassa Rifiuti, ICI, TASI, TOSAP); le multe stradali; le cartelle derivanti da avvisi di accertamento, controlli formali, avvisi di liquidazione,…

maggiori informazioni
ACCERTAMENTO IMU E VALIDITÀ DELLA DICHIARAZIONE ICI 1280 686 CC Legal

ACCERTAMENTO IMU E VALIDITÀ DELLA DICHIARAZIONE ICI

Con avvisi di accertamento emessi a fine 2018 per l’anno 2013, più di un Comune sembra negare la validità ai fini IMU delle dichiarazioni presentate in passato in relazione all’ICI, per quanto riguarda in particolare il mantenimento delle agevolazioni riconosciute in vigenza dell’ICI.   Come è noto, a partire dall’anno 2012 l’Imposta Comunale sugli Immobili (“ICI”) è stata sostituita dall’Imposta Municipale Propria (“IMU”) (art. 8, comma 1, D. Lgs. n. 23/2011). Era quindi necessario presentare una nuova dichiarazione ai fini IMU, oppure le dichiarazioni già presentate ai fini ICI conservavano la loro validità anche in relazione al nuovo tributo? Attualmente più di un Comune sembra negare la validità ai fini IMU delle dichiarazioni presentate in passato in relazione all’ICI, soprattutto per quanto riguarda il mantenimento delle agevolazioni riconosciute in vigenza dell’ICI. In altri termini, dal punto di vista del Comune, con l’entrata in vigore dell’IMU sarebbe stato necessario presentare una…

maggiori informazioni
CC LEGAL CON IL SOLE 24 ORE NEL MASTER DIRITTO E IMPRESA 2019 1123 1075 CC Legal

CC LEGAL CON IL SOLE 24 ORE NEL MASTER DIRITTO E IMPRESA 2019

CC Legal, con gli avvocati Marco Porcu e Giorgio Mangiaracina è sponsor della Business School de Il Sole 24 Ore nell’ambito della prossima edizione del Master Diritto e Impresa, dal 25 marzo 2019, a Milano. Il Master Diritto e Impresa è un percorso formativo completo finalizzato ad avviare i giovani alla professione di giurista d’impresa e consulente legale. Il Master trasferisce una completa preparazione sulle principali tematiche legali attinenti l’impresa, in particolare diritto commerciale e societario; contrattualistica nazionale e internazionale; procedure concorsuali e fallimento; contenzioso; diritto internazionale e della comunità Europea. La brochure illustrativa è reperibile qua. Giorgio Mangiaracina e Marco Porcu sono stati entrambi in passato studenti della Business School, frequentando rispettivamente il Master Tributario (nel 2009/2010) ed il Master Diritto e Impresa (nel 2008/2009).

maggiori informazioni
IL NUOVO REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE DELLO SFRATTO NEL TERRITORIO DI COMPETENZA DEL TRIBUNALE DI MILANO 3890 2560 CC Legal

IL NUOVO REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE DELLO SFRATTO NEL TERRITORIO DI COMPETENZA DEL TRIBUNALE DI MILANO

Quando un inquilino non paga l’affitto, per liberare l’immobile, è necessario avviare un procedimento di sfratto per morosità e poi procedere con l’esecuzione dello sfratto. Abbiamo già visto in un precedente articolo che solo mediante il procedimento di sfratto per morosità si smettono di pagare le tasse sui canoni non percepiti. E’ quindi essenziale iniziare il procedimento di sfratto appena l’inquilino inizia a non pagare regolarmente l’affitto. Il procedimento giudiziale di sfratto si svolge avanti al Tribunale nel cui circondario si trova l’immobile e normalmente si conclude in una o al massimo due udienze mediante l’ordinanza di convalida di sfratto emessa dal Giudice. Una volta che è stata ottenuta l’ordinanza di convalida di sfratto, se l’inquilino non lascia spontaneamente l’appartamento, è necessario iniziare la fase di esecuzione dello sfratto con l’ausilio degli ufficiali giudiziari finalizzata a far uscire fisicamente l’inquilino dall’ immobile occupato. COME FUNZIONA L’ESECUZIONE DELLO SFRATTO? Di seguito…

maggiori informazioni
LA CESSIONE DEI CREDITI FISCALI GENERATI DAI BONUS EDILIZI 973 809 CC Legal

LA CESSIONE DEI CREDITI FISCALI GENERATI DAI BONUS EDILIZI

Il lavoro alle dipendenze del condominio, le novità della Manovra 2019 e la cessione dei crediti fiscali generati dai “Bonus Edilizi”, la fatturazione elettronica, la privacy e la sicurezza sul posto di lavoro.   Se ne parla il 22 gennaio 2019, dalle 9.00 alle 18.00, Hotel Radisson Blu, Suite Presidenziale, Milano. Per CC Legal interviene l’avv. Giorgio Mangiaracina. Interverranno inoltre Paolo Conca, Direttore Commerciale di BC Solutions, Paolo Polito, amministratore unico di PL Servizi,  e l’avv. Riccardo Bonato, giuslavorista e pubblicista presso lo Studio Legale Berretta.   L’evento è organizzato da APAICOND, rivolto agli Amministratori di Condominio ed è valido ai fini formativi (D.M. n. 140/2014), con l’attribuzione di 15 crediti (https://www.facebook.com/apaicond/).  

maggiori informazioni
DECRETO SICUREZZA E SUBAPPALTO ILLECITO: SANZIONI SEVERE 1280 853 CC Legal

DECRETO SICUREZZA E SUBAPPALTO ILLECITO: SANZIONI SEVERE

IL Decreto Legge “Sicurezza” inasprisce le sanzioni destinate a punire il subappalto illecito, aggravando la posizione dei responsabili.   La conversione del decreto legge. Il Decreto Legge 4 ottobre 2018, n. 113, recante “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonche’ misure per la funzionalita’ del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalita’ organizzata”- è stato convertito con modificazioni dalla L. 1 dicembre 2018, n. 132 (in G.U. 03/12/2018, n. 281). Il Decreto Legge c.d. “Sicurezza”, interviene in vari settori: sicurezza urbana; lotta al terrorismo; lotta alla mafia; immigrazione. Agli articoli 24, 25, nel Capo dedicato alle disposizioni in materia di prevenzione e contrasto alla criminalità mafiosa, il Decreto Legge Sicurezza apporta delle modifiche alle disposizioni destinate a punire il subappalto non autorizzato (“subappalto illecito”), aggravando le conseguenze negative per gli eventuali responsabili…

maggiori informazioni
I CAMBIAMENTI NEL DIRITTO DI FAMIGLIA SECONDO IL DISEGNO DI LEGGE PILLON 3865 2576 CC Legal

I CAMBIAMENTI NEL DIRITTO DI FAMIGLIA SECONDO IL DISEGNO DI LEGGE PILLON

Negli ultimi tempi si è sentito molto parlare via radio, televisione e web (soprattutto in occasioni di alcune contestazioni nelle piazze italiane) del cosiddetto disegno di legge denominato Pillon (depositato presso il Senato della Repubblica ad agosto 2018) dal nome di uno dei senatori che hanno avuto l’iniziativa legislativa per alcuni cambiamenti nel diritto di famiglia. Vediamo, in sintesi, alcune delle novità proposte dal disegno di legge (di seguito “DDL Pillon”) (Il testo integrale può essere letto qui: http://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Ddliter/testi/50388_testi.htm). 1) Diritto del minore di trascorrere con i genitori tempi paritetici ed equipollenti La maggiore novità del DDL Pillon è quella relativa a diritto del minore di trascorrere tempi uguali con ciascun genitore: “qualora uno dei genitori ne faccia richiesta e non sussistano oggettivi elementi ostativi, il giudice assicura con idoneo provvedimento il diritto del minore di trascorrere tempi paritetici in ragione della metà del proprio tempo, compreso i pernottamenti, con…

maggiori informazioni